AMELIA TETRACLOROETILENE, IN ARRIVO NUOVI FILTRI, ACQUA IN RETE SEMPRE SOTTO CONTROLLO, NON CI SONO CRITICITA’ PER LA SALUTE

Amelia, tetracloroetilene: Nuovi filtri al campo pozzi di Cerasola, acqua in rete sotto controllo  I nuovi sistemi di filtraggio insieme a maggiori disponibilità di acqua da Terni garantiscono ulteriore sicurezza ma non ci sono criticità per la salute. Chiesto un incontro alla prefettura sulla situazione generale del territorio ternano. 

Sul problema dell’aumento del tetracloroetilene nell’acquifero della Conca ternano-narnese, ed in particolare sulla situazione che si registra in questo periodo al campo pozzi di Cerasola, che serve il territorio amerino, la Sii sta lavorando su tre direttrici. La prima è una soluzione tecnica per continuare a mantenere l’acqua entro i parametri di salubrità e regolarità normativa grazie all’installazione di nuovi filtri e a maggiori disponibilità idriche. 

“L’acqua erogata – puntualizza infatti il direttore generale Paolo Rueca – è pulita e non ci sono criticità per la salute. Con ulteriori lavori su Terni abbiamo convogliato nell’amerino maggiori quantità, non ci sono in programma limitazioni all’erogazione e il nuovo filtro che entrerà in funzione tra pochi giorni servirà a dare ulteriori garanzie oltre a quelle già esistenti. 

A ottobre – spiega ancora Rueca – se ne installerà un altro che renderà il sistema di distribuzione nell’amerino indipendente da Terni e servirà anche per affrontare ulteriori eventuali innalzamenti del tetracloroetilene. L’installazione dei nuovi filtri segue quella già realizzata in altri campi pozzi del ternano sempre per affrontare la situazione inerente le concentrazioni di tetracloroetilene che, come già reso noto e comunicato dalla Sii, sia pubblicamente che agli organi competenti, è una presenza costante ed in aumento, anche se questo, grazie agli interventi tecnici del Servizio idrico, non pregiudica la salubrità dell’acqua pubblica. 
La seconda direttrice è quella riguardante il progetto relativo all’attività di monitoraggio, condotto dall’Arpa, sulla presenza del tetracloroetilene e sulle eventuali fonti di produzione di tale sostanza per riuscire a capire nel dettaglio cause e dinamiche di tale tipo di inquinamento. 

La terza direttrice riguarda il coinvolgimento di tutti gli enti interessati, data la portata del problema che afferisce a più sfere di responsabilità. A tale proposito la Sii ha chiesto alla prefettura la convocazione di un incontro al quale partecipino anche Asm, Aman, Regione Umbria, Provincia di Terni, Comuni, Arpa e Auri. 

27.07.2017 Comune di Attigliano: interruzione erogazione idrica

Si comunica che a causa di lavori di manutenzione straordinaria sulla rete idrica, sarà sospesa l’erogazione dell’acqua nel Comune di Attigliano, il giorno Giovedì 27 Luglio 2017 dalle ore 5.00 alle ore 10.30.Le zone interessate dal disservizio sono le seguenti: Attigliano Capoluogo (tutto) e zone limitrofe.

Scusandoci per il momentaneo disagio, ringraziamo per la comprensione che vorrete mostrare.

Sii scpa – La Direzione

BASCHI, ACQUA A SINGHIOZZO IN ALCUNE ZONE DEL TERRITORIO, GLI INTERVENTI DELLA SII

Baschi, acqua a singhiozzo in alcune zone del comune, Sii al lavoro per risolvere il problema  Ieri incontro fra il direttore generale Rueca e il sindaco Bernardini.

Il Servizio idrico sta intervenendo in alcune frazioni del territorio comunale di Baschi (Orvieto) dove il periodo di siccità, intersecato con l’insorgenza di problemi tecnici ha determinato una diminuzione della portata nelle tubature. Tale situazione ha provocato negli ultimi giorni disagi nella continuità di approvvigionamento per i cittadini delle zone interessate, in particolar modo Cerreto, e poi, in maniera più contenuta, in altre frazioni. Ieri pomeriggio si è svolto un incontro fra il sindaco di Baschi, Anacleto Bernardini, il direttore generale della Sii, Paolo Rueca, e i tecnici del Servizio idrico nel corso del quale sono stati illustrati al sindaco gli interventi in programma. 

A tale proposito il direttore generale ha comunicato che la Sii sta lavorando ad uno dei più importanti pozzi di rifornimento con interventi di manutenzione straordinaria che dovrebbero terminare, secondo programma, all’inizio della prossima settimana. La Sii sta inoltre verificando la possibilità di manovre tecniche sulle tubature di oltre 3 chilometri di lunghezza per immettere nella rete una quantità maggiore di acqua ed aumentarne così la disponibilità. 

L’impegno della Sii è totale sia a Baschi che nel resto del territorio provinciale. Purtroppo la crisi idrica non aiuta e in certi casi aumenta le difficoltà. Su Baschi, rimanendo nello specifico caso, si sta affrontando l’emergenza nel miglior modo possibile anche per consentire il regolare svolgimento di alcune sagre e manifestazioni importanti per la zona.

NARNI, PREVISTA ENTRO AGOSTO LA FINE DEI LAVORI A CASTELVECCHIO

Narni, entro agosto fine dei lavori a Castelvecchio  Lo annuncia il Servizio idrico che sta anche risolvendo il problema tecnico al mezzo di rifornimento verificatosi in questi giorni.

Il cronoprogramma dei lavori al serbatoio di Castelvecchio di Narni prevede la chiusura del cantiere entro agosto in modo da risolvere definitivamente i problemi di approvvigionamento idrico della zona. L’intervento è eseguito da Sii, per la parte tecnica, e Comune, che ha sbloccato la questione relativa alla possibilità di accesso dei mezzi da lavoro all’interno dei terreni privati dove si trova il serbatoio che verrà collegato alla rete di distribuzione. “Stiamo lavorando – dice il direttore generale Paolo Rueca – per ottimizzare al massimo tempi e procedure di intervento e per riuscire magari anche ad accorciare il termine per la chiusura lavori”. Sempre il direttore generale rende noto che in questi giorni si è verificato un problema che ha costretto il Servizio idrico a ricorrere alla distribuzione dell’acqua utenza per utenza. “Abbiamo subito – spiega Rueca – l’improvvisa, e ovviamente, imprevedibile rottura del mezzo tecnico che serve per riempire il serbatoio in attesa della fine dei lavori. Il mezzo stesso è stato inviato all’officina specializzata per le riparazioni e la prossima settimana, se non ci saranno intoppi non preventivati, tornerà in funzione”.

I lavori – Il Servizio idrico ha investito oltre 50mila euro per ripristinare la funzionalità idraulica del serbatoio esistente, riammodernandolo e rimettendolo in piena efficienza. I lavori riguardano la sostituzione sia delle tubazioni di adduzione al serbatoio che quelle di distribuzione idrica alle abitazioni della zona.

SII INFORMA – STEFANO PULITI CONFERMATO PRESIDENTE SII, CARFI’ CONFERMATO AD, PRONTO IL NUOVO CDA

Stefano Puliti confermato presidente della Sii, Carfì amministratore delegato; varato anche il nuovo cdaL’assemblea dei soci riunita ieri ha rinnovato all’unanimità le cariche societarie e votato il bilancio 2016. 

Stefano Puliti è stato confermato presidente della Sii per il prossimo triennio. Lo ha rieletto all’unanimità l’assemblea dei soci riunita ieri al Garden di Terni. Confermato anche, sempre all’unanimità, Alessandro Carfi’ amministratore delegato. Rinnovato anche il consiglio di amministrazione (sempre all’unanimità) composto da: Stefano Puliti (presidente), Roberto Piermatti (vice presidente), Alessandro Carfi’(amministratore delegato), Leonardo Mariani, Francesca Carcascio, Evasio Gialletti, Roberto Pellini, Andrea Pasquali, Stefano Tirinzi. Approvato con voto unanime anche il bilancio che ha registrato un utile di gestione di oltre 900mila euro, in crescita rispetto al passato. 

“Ringrazio l’assemblea – ha detto il presidente Puliti – che ha voluto riconfermarmi la fiducia, ringrazio i membri del vecchio cda per l’ottimo e continuo lavoro svolto in questi anni e i sindaci per l’impegno, lo stimolo continuo e il sempre costruttivo rapporto tenuto con il Servizio idrico per migliorare continuamente le realtà territoriali. Oggi più che mai c’è bisogno di unità di intenti e collaborazione fra tutti per affrontare al meglio le sfide del futuro. 

Abbiamo dovuto affrontare numerosi cambiamenti – ha detto poi il presidente – lo abbiamo fatto in maniera positiva adeguando i nostri metodi di lavoro e apportando anche importanti innovazioni tecniche e tecnologiche che hanno facilitato la fruizione dei servizi da parte dei cittadini e favorito un notevole aumento delle domiciliazioni bancarie passate da 12mila a 40mila”. Puliti ha sottolineato infine l’accresciuto budget per gli investimenti, arrivato a 10 milioni di euro, e l’importanza dello Scheggino-Pentima “il quale – ha detto – non ha determinato impatti ambientali ed ha sempre seguito scrupolosamente le indicazioni dell’Arpa”.