Arriva il freddo, contatori a rischio ghiaccio.

Tornano inverno e basse temperature e con esse il rischio di rottura dei contatori esterni a causa del ghiaccio. Per questo la Sii ha avviato in questi giorni la campagna di sensibilizzazione, ricordando il vademecum salva-contatori che ha l’obiettivo di far risparmiare soldi ai cittadini e mantenere in efficienza gli impianti. Le basse temperature, soprattutto di notte, avverte la Sii, possono ghiacciare i contatori determinandone la rottura. Bastano però semplici accorgimenti per evitare problemi e mantenere alta l’efficienza.

Per questo motivo la Sii ricorda i 5 consigli utili per mantenere il proprio contatore in buono stato.

  1. I bauletti (o le nicchie poste all’esterno dei fabbricati), sportello compreso, debbono comunque essere opportunamente coibentati. Basta usare materiali isolanti, come ad esempio polistirolo o poliuretano espanso, facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile. Per isolare in modo efficace, lo spessore dei pannelli deve essere di almeno 2,5 cm. I contatori in locali non riscaldati debbono a loro volta essere rivestiti con materiale isolante (sempre polistirolo, poliuretano espanso o materiali simili).
  2. Non avvolgere le tubature dell’acqua con lana di vetro o stracci: questi materiali assorbono acqua e possono addirittura peggiorare la situazione. Inoltre possono costituire un potenziale luogo di annidamento per insetti e sporcizia.
  3. Naturalmente ogni protezione deve comunque lasciare scoperto il quadrante delle cifre, per consentire agli incaricati S.I.I. la lettura del contatore.
  4. Se i contatori sono in fabbricati disabitati, è consigliabile chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell’impianto.
  5. Con temperature particolarmente basse e per lunghi periodi, infine, è possibile installare appositi cavetti scaldanti, alimentati elettricamente e dotati di termostato per contenere i consumi di energia.

“Un contatore in perfetta efficienza – dichiarano il presidente Stefano Puliti e il direttore generale Rueca – è il modo migliore per ottimizzare gli impianti. Elimina infatti perdite ed evita di conseguenza rincari in bolletta. Prendersi cura del contatore e proteggerlo adeguatamente fa quindi risparmiare denaro perché si mantiene alto il livello di efficienza in funzione dei consumi e perché si evitano costi di sostituzione in caso di rottura”.

Annunci