Terni, ordinanza comunale sui pozzi: si tratta di sistemi privati, Sii non competente; acqua pubblica pulita e sotto controllo

Il servizio idrico precisa i termini della vicenda legata al provvedimento di ieri del sindaco di Girolamo. I pozzi privati non sono allacciati alla rete pubblica gestita dal servizio.

I pozzi oggetto dell’ordinanza del sindaco di Terni Leopoldo di Girolamo sono di proprietà privata. La Sii puntualizza la propria totale estraneità alla vicenda del divieto di consumo umano e animale dell’acqua e a tale proposito specifica ulteriormente quanto segue:

I pozzi soggetti ad ordinanza comunale non sono collegati alla rete pubblica. La rete stessa, gestita dalla Sii, eroga acqua assolutamente pulita e sotto controllo. I pozzi erano stati autorizzati, a quanto ci risulta, a scopo irriguo, spetterà alle autorità competenti stabilire se essi siano stati utilizzati per altri scopi. L’impegno del servizio idrico per garantire un’acqua pulita e sicura è continuo. Prova ne è l’ultima operazione relativa all’installazione di due nuove batterie di filtri ai pozzi pubblici di San Martino che hanno eliminato il rischio derivante dalla presenza di inquinanti come il tetracloroetilene registrato in passato.

Annunci